La bussola

Si naviga a vista
seguendo le stelle.
Con mani salde sul timone
con occhi aperti sulla rotta.
Anche nei fitti banchi di nebbia
con visibilità ridotta
anche in mezzo alla tempesta
in stabilità precaria.
E crescere e disimparare ogni volta
e rinascere ed imparare anche stavolta.
Senza delegare
né risparmiar fatica
perché
se resto incagliato in una secca
non voglio responsabili
oltre me.
Se vuoi un passaggio sali
onora parola e ruoli.
All’attimo e all’evento
soffieremo insieme al vento.
Se il tuo cuore non ha mire chiare
ritorna in mare.
Prima di navigare
impara a nuotare.