Varco 2012

Cammino su una linea sottile.
Quadrato cerchio
quadrato cerchio.
Respiro.
Alte vette
profondi abissi.
Ingiustizia paradosso.
Sciogliere cuori di pietra
con una frequenza.
Un unica frequenza.
Si, continua a picchiare
io resto impiedi.
Il tempo
questione d’attimi.
Passo.
Muri insormontabili
si dissolvono.
Atto.

Advertisements

Da racconti della terza luna#1

Da  qui… strapiombo sugli abissi
a  volte  così profondi
che  il  solo percepirli
mi mozza il fiato.
In  assenza  di respiro
sopporti il  fuoco
dolore  su dolore
se non passi il cerchio.
In  certi non luoghi
le  distanze  non esistono
è  il  Tempo delle stelle.
Impulso espanso
nell’attimo sancito
spazio tempo punto
universo sincronico.

Da racconti dalle terre di mezzo#2

Soffia

Il sibilìo del vento riecheggia su ogni vallata
mentre  l’aria carica  d’arcano
avvolge lo spazio.

E’  da  millenni che  è  così,
come la  scena  di un film già visto,
l’uomo e  le sue  miserie.

Ma nella  natura, dove  tutto è
dov’è  sempre  stato, dall’ultimo sconvolgimento distruttivo,
il  vento soffia più forte
quasi ad annunciare,
l’aria  è  più magica 
quasi  ad accarezzare,
la vita è più libera
quasi a veramente esistere.

***